Boccaccio a Castel Roncolo e Liz Taylor al Firmiano. Vero, ma… (2/5)

… è merito della magia del cinema che ha trasformato i nostri luoghi in ambientazioni ideali per alcuni film importanti.

Meta non esattamente di primo piano (fino a poco tempo fa) tra le location cinematografiche, l’Alto Adige ha comunque sempre richiamato negli anni diverse troupe dal mondo della celluloide e come abbiamo già letto, la nostra regione è stata filmata fin dagli albori del cinematografo. Non tutti sanno però che due grandi film girati intorno alla metà del secolo scorso sono stati ambientati proprio tra Bolzano e il resto della regione:

Il Decameron (Pasolini, 1971)

SONY DSC

Pier Paolo Pasolini lo dovrebbero conoscere tutti e il film che trasse dalle pagine di Boccaccio è uno dei più importanti del cinema italiano anni ’70.
Ma forse ciò che non tutti sanno è che il noto regista venne a girare una delle novelle proprio qui da noi.
Alcune scene della novella di “ser Ciappelletto”, una delle più famose dell’opera di Boccaccio, vennero girate in Alto Adige e più precisamente in alcuni luoghi tra Bolzano, Bressanone e Vipiteno.

  • Castel Roncolo: qui vennero girate alcune scene tra le quali quella in cui ser Ciappelletto si ammala. (immagine nella gallery in alto)
  • Museo Civico: dove Pasolini si innamorò particolarmente di una Stube di fine ‘400 proveniente da Chiusa e la immortalò in alcune riprese.
  • Via Portici e Vicolo della Pesa: anche qui vennero girate alcune scene del film (immagini nella gallery in alto)
  • Duomo di Bressanone: alcune scene vennero girate nel chiostro
  • Abbazia di Novacella vicino a Bressanone: alcuni esterni ed interni vennero girati qui
  • Castel Tasso (Schloss Reifenstein) a Vipiteno: anche qui vennero girate alcune importanti scene.

Pasolini, che aveva già lavorato in passato nella nostra regione collaborando con Luis Trenker al film “Il prigioniero della montagna”, utilizzò anche alcuni abitanti come comparse nella sua opera poiché avevano dei visi perfetti per la storia che immaginava.

Ivanhoe (Thorpe, 1952)

1191952_Ivanhoe_Richard_Thorpe_espa_ol1

C’è poco da dire, la nostra regione vanta sicuramente il maggior numero di castelli e rocche di tutto il mondo, quindi non fu un caso che per girare alcune scene del kolossal hollywoodianoIvanhoe” vennero proprio da noi.
Classico della letteratura inglese scritto da Walter Scott, il film diretto da Richard Thorpe e interpretato tra gli altri da Elizabeth Taylor, Robert Taylor e Joan Fontaine è ambientato durante il periodo delle crociate medievali.

La troupe si insediò nelle nostre zone per pochi giorni e alloggiò all’Hotel Laurin.

  • Castel Leone (Foiana): in questo castello nella zona di Lana, sulla strada per passo Palade vennero girate alcune scene
  • Castel Firmiano: il castello che domina Bolzano funse da location per alcune riprese del film

 

SE HAI PERSO LA PRIMA PUNTATA DI QUESTA RUBRICA PUOI RECUPERARLA QUI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *