Cababoz trotterella verso Trento insieme ai 33 trentini

Cababoz trotterella verso Trento insieme ai 33 trentini

Il 10 maggio la giovane compagnia comica bolzanina “Cababoz” entrerà a Trento tutta trotterellante indossando i nazionalissimi Lederhosen e lanciando manciate di canederli alla folla festante, convinta che sarà possibile replicare il successo bolzanino anche più a sud di Salorno.
Sarà il Teatro Cuminetti, grazie alla gentile intercessione del Centro Santa Chiara, ad ospitare i ragazzi in questo primo punto di partenza dell’invasione, perchè questo spettacolo, fidatevi, sarà solo l’inizio.

Per meglio affascinare i nostri compagni trentini la compagnia proporrà: “Cababoz, Best of “ .
Il non plus ultra degli sketch e dei monologhi del Cababoz, riesumando tutti i vostri personaggi preferiti, le canzoni e i pezzi corali che hanno fatto la storia del gruppo cabarettistico.

Era l’11 novembre 2011, esattamente due anni e mezzo fa, quando al centro giovanile di via Vintola si esibirono per la prima volta una quindicina di ragazzi con la passione del teatro e del far ridere davanti ad uno sparuto gruppo di amici e conoscenti.
Il biglietto aveva un prezzo politico (5 euro e una pacca sulla spalla) e i posti disponibili superavano di poco il centinaio.
Un salto nel buio…

Lo spettacolo aveva carattere quasi amatoriale, il ritmo era a volte ferruginoso e la chimica col pubblico lasciava a desiderare, ma l’energia che i ragazzi riuscivano a trasmettere agli spettatori era palpabile. La voglia di stare sul palco, la caparbietà nel migliorare e il cuore che mettevano nell’interpretare ogni singolo sketch avevano qualcosa di magnetico e il pubblico, animale molto empatico e sensibile a certe vibrazioni, riusciva a sentirlo.

E fu da lì che pedalando pedalando, crescendo e sbagliando, studiando e migliorando, piano piano il Cababoz cominciò ad affermarsi come una piccola realtà emergente nel panorama culturale bolzanino e…..

Ma non prendiamoci in giro!

Questi qui sono un branco di cazzari!

Ed un branco pure bello grande, per giunta!

Ma un branco di cazzari con un sogno, forse troppo grande per loro, ma comunque un sogno, quanti di voi possono dire di averlo?

Ah, che sogno chiedete?

Quello di continuare a crescere, migliorare, evolversi e distruggere con le armi della satira, del sarcasmo e dell’ironia tutto quello che gli si para davanti.
E sono armi pericolose.
Non pericolose come i droni da combattimento americani, ma si piazzano tranquillamente tra un comizio di Grillo e le scie chimiche ( ai posteri l’ardua sentenza , n.d.a. )

Fatto sta che piano piano, a piccoli passi, il Cababoz cominciò a conquistare tutto quello che gli si parava davanti: centri giovanili, piazze pubbliche, locali notturni, teatri, palasport, tutto!
Tutto, ma solo in provincia di Bolzano.
I nostri eroi non erano ancora riusciti a rompere il muro invisibile che divide la nostra oasi felice dal resto d’Italia. Almeno fino ad oggi.

Il Cababoz infatti sbarcherà finalmente nel capoluogo della provincia rivale, cercando di riappropriarsi della fiamma olimpica che i trentini detengono ormai dai tempi di De Gasperi ( ci avevamo provato a far eleggere Durnwalder Presidente della Repubblica ma non ci siamo riusciti ).

Per questo noi rivolgiamo un appello, a tutto il popolo alto-sudtirol-adigese, di venire a sostenere i proprio campioni nazionali in questa ardua sfida.
E chiediamo gentilmente a tutti e trentatrè i trentini di smettere tutti e trentatrè di trotterellare per un attimo e di venire a vedere il Cababoz, perchè sicuramente non avranno di che pentirsi.

A voi e a tutti gli altri diamo appuntamento quindi il:

Sabato 10 maggio 2014 alle ore 21.00

al Teatro Cuminetti in via Santa Croce 67

in quel di Trento

Info per lo spettacolo, prenotazione biglietti e altro

1378019_564314973686951_4801227789261169687_n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *