Un Natale tutto da bere

Un Natale tutto da bere

Poche cose sono rimaste del tradizionale periodo natalizio. Tra queste il piacere delle bevande invernali: la cioccolata calda, il vin brulé, il latte con miele e spezie, il Punch.. insomma un classico che non termina mai, e allora perché non ricordarne alcune? Cosi da poterle poi provare tutte (e stupire i vostri amici nelle fredde sere d’avvento).

Questa vuole essere solo una selezione, con l’unico scopo di ispirarvi e magari farvi scoprire qualcosa di nuovo. Ad ogni bevanda seguirà infatti la ricetta per realizzarla da voi (e sicuramente ci saranno diverse varianti che conoscete..). Buon divertimento e CIN CIN!

Il Vin Brulé
Inventato dai monaci medievali per alleviare tosse ed influenza, oggi è una gustosa e aromatica bevanda, che va servita calda. Il vin brûlé (o mulled wine) significa “vino bruciato”, tuttavia non la berrete mai (si spera) in quello stato ma accompagnata da fantastiche spezie. La sua composizione è semplice: Un bel vino rosso denso, spezie natalizie (su tutti cannella, chiodi di garofano, anice e vaniglia), noce moscata, zucchero, arancia e limone.
La preparazione non è difficile ma bisogna fare attenzione ai dettagli:

Prima di tutto tagliate (non polverizzatele..) spezie e le scorze d’arancia e limone molto sottili (diciamo un pugno) poi, in una pentolina aggiungete 200 gr. di zucchero, una noce moscata e un bel litro di vino rosso saporito. Mentre mescolate lasciate che il fuoco lento porti il composto all’ebollizione, attendete 5 minuti e poi avvicinate una leggera fiamma al pentolino. Niente paura, l’alcol in evaporazione prenderà fuoco, allontanatevi un pochino ed attendete il suo naturale spegnimento.

Complimenti! avete appena creato il vostro Vin Brulé e potete decorarlo con una due stecche di cannella e qualche spezia grattugiata sulla tazza.
Attenzione: usate una tazza (anche di vetro, ma spesso) e non un bicchiere, che a quella temperatura potrebbe scoppiare..

La Cioccolata calda

Cosa c’è di più classico della cioccolata calda? Poco è vero, ma rimane un delizioso sfizio pomeridiano con innumerevoli tipi di varianti.. tutti pronti??

La Classica
Partiamo dalla classica cioccolata (che non tutti sanno fare senza trucchetti..), allora: 300 ml di latte, 50 gr di cioccolato al latte, 70 gr di cacao in polvere, 15 gr di amido di mais, 20 gr di fecola di patate o farina di riso e un po’ di Zucchero di canna (per dopo).

La preparazione non potrebbe essere più semplice: tagliuzzate il cioccolato in sottilissime fettine, poi riversate il latte freddo in un pentolino, e aggiungete uno dopo l’altro tutti gli ingredienti dell’elenco.
Riscaldate a fiamma media senza portare ad ebollizione e ricordandovi di mescolare in modo che la consistenza rimanga omogenea. Se volete variare un po’ sostituite al cioccolato al latte quello fondente.

La Speziata
Servono 50 cl d’acqua, 25 gr di cioccolato fondente (70 %), 1 cucchiaio di amido di mais, 1 cucchiaio di miele, 1 peperoncino di cayenna, 1 baccello di vaniglia (quello nero insomma) e due spolverate di pepe.

Pronti via: unite acqua e amido in un pentolino e metteteli a fuoco basso. Mentre il tutto si riscalda polverizzate il peperoncino, tagliuzzate la vaniglia a strisce e fate dei quadratini di cioccolato, poi unite il tutto nel pentolino con il pepe e il miele. Questa volta bisogna aspettare l’ebollizione e poi mescolare per almeno 15 minuti (come una zuppa!!) in attesa che la cioccolate divenga bella densa.

Cioccolata al pistacchio

300 ml di latte, 80 gr di cioccolato bianco, al latte o fondente, 80 gr di cioccolato fondente, 15 gr di amido di mais, 20 gr di fecola di patate o farina di riso, 2 cucchiaini di pistacchi tritati.

Allora, tagliuzzate il cioccolato a fettine, poi riversate il latte freddo in un pentolino, e aggiungete uno dopo l’altro tutti gli ingredienti dell’elenco, ma solo 1 cucchiaio di pistacchi.
Riscaldate a fiamma media senza portare ad ebollizione e ricordandovi di mescolare in modo che la consistenza rimanga omogenea. Una volta quasi pronta, aggiungere i pistacchi rimanenti per un risultato croccante!!

Cioccolata azteca

500 gr acqua, 80 gr cacao, 50 gr zucchero, cannella, peperoncino, 20 gr cardamomo, vaniglia naturale

Polverizzate le spezie. Mentre portare l’acqua ad ebollizione unite le spezie, lasciando poi intiepidire il tutto, lasciatelo riposare. Nel frattempo unite zucchero e cacao. Riaccendete la fiamma e mentre si sta riscaldando aggiungete gli ultimi due ingredienti. Mescolate fino alla consistenza densa.

Noi abbiamo dovuto fare una selezione ma badate che esistono mille altre varianti pronte ad essere scoperte, quella alla vaniglia, quella al cioccolato bianco, quella al peperoncino, quella al latte di soia..
Vi basterà seguire la ricetta della “La Classica” e applicare le vostre visioni, e allora avanti cioccolatai!!

Il Cioccaccino

100 ml di caffè, 200 ml latte intero, 50 gr di cioccolato bianco, un pizzico di cacao in polvere, 1 pizzico di cannella in polvere, 1 pizzico di noce moscata, 1 stecca di cannella per la decorazione.

Dopo aver tagliuzzato il cioccolato bollite il latte con il resto degli ingredienti a fuoco basso per 10 minuti. Ora, per rendere il tutto bello schiumoso dovrete mettere l’intruglio in un frullatore e lasciarlo lavorare per almeno 3-4 minuti, in modo da ottenere una schiuma.
Servite subito con la stecca di cannella e una spolveratina di cacao in polvere.

Latte vanigliato alle mandorle

1 stecca di vaniglia, 400 ml di latte fresco intero, 80 gr di mandorle sbucciate, 1 cucchiaio di sciroppo d’acero, 1 cucchiaino di zucchero vanigliato

Tagliate in verticale la stecca di vaniglia e grattatene i semini in un pentolino con il latte e portate ad ebollizione. Lasciate riposare per 5 minuti, poi eliminate la vaniglia. Versate il latte caldo in un mixer e aggiungete lo sciroppo d’acero e lo zucchero vanigliato, frullate subito (prima che lo sciroppo si attacchi al fondo!) per un minuto. Ecco pronto il vostro latte specialissimo, decorate con cacao e cannella.

Che natale sarebbe senza.. i Punch!!
Anche in questo caso abbiamo selezionato alcuni rappresentati della bevanda, con l’invito a sperimentare e provarne molte altre.

Punch “Traditional Style”

Il Punch originale prevede 5 ingredienti: 3 bustine di tè nero, zucchero, cannella, scorze e succo di limone (e spesso arance) e acquavite (o Rum o distillati vari in base alla provenienza)

Preparare il tè (quantità per due persone o poco più) e lasciatelo poi riposare assieme alla cannella, lo zucchero e il limone (e l’arancio se volete aggiungerlo). Il tutto va poi lasciato in un forno a 100° per circa 3 ore e poi lasciato raffreddare. A questo punto mettetelo in un pentolino su fuoco medio e aggiungete l’acquavite o il Rum. Una volta caldo servite. Si può guarnire con della frutta a piacere.

Punch al Cidro

300 gr di sidro, 1 mela, 1 arancia, 2 stecche di cannella, 1 pizzico di zenzero, 2 tazze di rum nero

Affettate mela e arancia a lunghe fette. Nel frattempo mettete a bollire il sidro assieme a tutti gli altri ingredienti escluso il Rum per circa 5 minuti e aggiungete la frutta.
Togliete dal fuoco e aggiungete il rum mescolando per bene.

Punch amaretto e bourbon

300 gr di seltz, 200 gr di bourbon, 200 gr di succo di limone, 200 gr di succo di mela, 100 gr di liquore all’amaretto, 200 gr di acqua e zucchero.

Bollite assieme tutti gli ingredienti mescolando di tanto in tanto (non serve molto in quanto tutti liquidi facilmente divisibili). Lasciate bollire per 2-3 minuti e servite.

Toddy alla salvia con cannella e mela

2 fette di mela essiccata, 1 foglia di salvia, 1 stecca di cannella, 30 ml di whisky, 1 cucchiaino di miele, acqua bollente

Bollite in un pentolino mela, salvia e cannella, poi lasciate riposare. Aggiungete il whisky e il miele e mescolate per bene. Servite con una foglia di salvia come decorazione.


Copyright immagini: pixabay.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *