Si scrive Törggelen, si legge Alto Adige

Si scrive Törggelen, si legge Alto Adige

Tradizione, usanza, radici: tutto questo viene racchiuso in quello che potrebbe definirsi un ritrovo culinario, ricco di atmosfere e cibo tipicamente altoatesini.

Siamo in autunno, il periodo del raccolto e di conseguenza del Törggelen.

Questa strana parola tedesca deriva in realtà dal latino torculum (che significa torcere) e non è associata agli arti, come starete pensando sicuramente, bensì all’uva che veniva pressata.

Diverse fonti indicano la Valle d’Isarco e il burgraviato, ovvero la zona di Merano (il nome che deriva dal burgravio che era colui che ammministrava la zona per il conte tirolese), come luogo d’origine di questa tradizione.

I contadini, che in passato torcevano/pressavano l’uva con i piedi (buona!) e poi con l’attrezzatura apposita, erano stufi di far degustare i loro vini nelle cantine e pensarono di spostare le degustazioni all’interno della Stube, che, per chi non fosse della zona, si trattava di una stanza completamente rivestita in legno che un tempo era l’unica zona riscaldata della casa (essendoci la stufa, vocabolo dal quale deriva il nome).

Una curiosità: lo sapevate che la cultura del vino, in Alto Adige, risale a oltre 2000 anni fa, al periodo dei Reti. I Romani impararono da loro a conservare il vino in botti di legno, usate anche per il trasporto.

Se inizialmente i contadini condividevano il vino solo con parenti e vicini per festeggiare il periodo della vendemmia, con il passare del tempo questa usanza “popolare” ha investito un po’ tutti, trasformandosi in una tradizione e una vera e propria festa in cui si usa passeggiare di maso in maso, per assaggiare il nuovo vino e i prodotti tipici.

Dal mosto alle castagne, passando per lo Speck e gli Strauben (frittelle tipiche accompagnate da marmellata…Tutti questi prodotti possono essere assaggiati nei Buschenschänke (osterie contadine che hanno caratterizzato la storia dell’Alto Adige) e nei masi contadini di cui la nostra regione è ricchissima.

Ogni scusa è buona in questo periodo per un Törggelen! E voi, dove andrete a farlo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *