Il festival studentesco: Francesca Michielin alle serate moderne. Ma chi vincerà?

Il festival studentesco: Francesca Michielin alle serate moderne. Ma chi vincerà?

Il festival studentesco ha già macinato 2 settimane di competizione, ma ora il gioco si fa duro!

Contest artistici andati. Online Productions andate. Il Quizzone e The Quest andati. Giochi senza frontiere andati. Praticamente a 5/7 della manifestazione si potrebbe pensare che ormai sia tutto finito… Les jeux sont faits?

No per niente, è una partita ancora da giocare!

jsf-bzup

Stasera si arriva finalmente sul palco del Teatro Cristallo e domani sera si raddoppia. Se avete dimenticato il biglietto mettetevi l’animo in pace, perchè sono SOLD OUT da più di una settimana.
Porte chiuse per molti che si sono svegliati all’ultimo, come ormai è abitudine, ma si può sempre rimediare andando alle serate moderne, il 27 e 28 marzo al Palasport di via Resia (ore 20.00). Lì di posti ce ne sono, ma forse quest’anno più che mai è meglio affrettarsi a comprare il biglietto. Perchè? Perchè arriva un’ospite speciale. Una bomba!

La cantante italiana Francesca Michielin il 27 marzo sarà al Festival Studentesco dal pomeriggio fino a fine serata. In molti la conosceranno, qualcun altro no (confesso: ero tra questi!).

francesca-michielin1-bzup
Ma basta parlarne per dire “Aaaah si, ora ho capito chi è!”
Vincitrice di X-Factor 2011, la Michielin (che è nata a Bassano del Grappa) ha subito ottenuto un contratto con Sony Music del valore di 300.000 euro. An vedi!
Di lì la carriera è in ascesa: 6 dischi di platino, 1 d’oro, più di 200.000 dischi venduti.
Nel 2014 è scelta come unica artista italiana per la colonna sonora di “The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro” con il brano intitolato “Amazing”.
Poi collabora con Fedez per la realizzazione del brano “Magnifico” che sfidiamo chiunque a non aver sentito almeno una volta. Per sicurezza vi mostriamo il video qui sotto.

Insomma, questa cantante in ascesa sarà presente al Festival Studentesco  grazie ad una collaborazione con “Il Giorno dell’Alto Adige” per la gioia di tutti e immaginiamo che in molti non staranno già nella pelle all’idea di vederla.

 

Ma come sta andando questa edizione?

Gli organizzatori dell’Artist Club lo sanno certamente, ma hanno la bocca cucita. I risultati sono celati, secretati, sotterrati in una buia caverna sotterranea e verranno rivelati solo sabato 28 marzo, quando tutto sarà finito, ma chi ha assistito sa che fino ad ora è stata una bella partita.

Il Liceo Scientifico Torricelli, scuola favorita perchè arriva da 3 anni consecutivi da vincitrice, è assediato da tutti i lati, ma si difende egregiamente. Ma il rischio è grosso!

L’unico risultato certo al momento è quello del Quizzone, di cui potete rivedere la trasmissione a questo LINK

E lì la scuola favorita è stata esclusa dal podio, piazzandosi però subito al quarto posto.

Anche dei Giochi senza frontiere si può prevedere una classifica se si è stati attenti durante la giornata. E siamo certi che in molti si saranno fatti qualche calcolo! 😉

Quella che ormai non è più una sorpresa è la scalata del Realgymnasium Bozen (il Wisslyz) alla classifica della manifestazione. La scuola di lingua tedesca sta ormai dando sempre più filo da torcere agli avversari, occupando sempre più categorie con una qualità eccelsa.

torri-win-bzup

Come si vince il festival studentesco?

Ci vuole anzitutto la partecipazione, quindi la quantità. Riempire tutte le categorie è un buon punto di partenza perchè da più possibilità di ottenere punti (che ricordiamo vanno solo ai primi 10 classificati di ogni categoria).
Ma anche la qualità è importantissima. Di talenti ce ne sono ovunque, ma a volte una scelta sbagliata (di una canzone, di un jolly giocato…) può levarti il trofeo da sotto il naso.

E’ un gioco strategico alla fine dei conti e lo sanno bene molti rappresentanti delle scuole che per tutto il corso della manifestazione cercando di calcolare i punti presi e di tenere segrete fino all’ultimo determinate esibizioni.

Come in guerra, anche durante le prove si nasconde al nemico la propria potenza (o potenzialità) per rivelarla solo in serata, sul palco, quando ci si gioca ogni cosa.

Alla fine dei conti è un gioco, vincere è importante, ma ancora di più lo è divertirsi. Ed è questa la forza del Fetival Studentesco e la sua regola fondamentale!

Manifesto_ilfestival45

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *