Maggio il mese del Sambuco: ecco la ricetta per un buono sciroppo

Maggio il mese del Sambuco: ecco la ricetta per un buono sciroppo

Molto spesso si sentono battute contro le suocere… e basta. Diciamo solo che se ci fosse un referendum (che vanno tanto di moda ora) per abolirle (le battute, non le suocere) voteremmo NO.

Detto questo vorremmo spendere buone parole per queste buone donne che molto spesso si rivelano assai utili. Per esempio quando ti fanno lo sciroppo di Sambuco e ancora di più quando hanno un quadernino di ricette da cui puoi arraffare e pubblicare qui. Nessun ingrediente segreto, solo una ricetta di preparazione con una piccola premessa…

Di piante di Sambuco ce ne sono davvero tante nella nostra regione, lungo strade, stradette, stradine, ciclabili, fiumi, ferrovie e sottoboschi. I fiorellini bianchi sono facilmente riconoscibili anche da un occhio poco esperto e il momento migliore per andare a raccoglierli è proprio il mese di Maggio (anche Giugno stando larghi).

elderflower-847024_960_720Ma come si fa allora?

Ingredienti per 1 bottiglia

  • 10-12 fiori
  • 2 limoni
  • 1kg di zucchero
  • 30gr. di acido citrico

Con 10-12 fiori (più o meno della grandezza di quello nella foto) si riesce a riempire una bottiglia da 1 litro.

Prendete i fiori, scuoteteli per togliere tutta la polvere, poi recidete ben bene i fiorellini per toglierli dal gambo. Solo i fiori, mi raccomando, il resto della pianta può risultare tossico!

Metteteli tutti in un pentolino riempito con 1l d’acqua, tagliate i 2 limoni fino ad ottenere 4 spicchi per ciascuno. Spremete ognuno per metà nell’acqua e la metà non spremuta aggiungetela all’acqua.

Coprite il pentolino con un coperchio e fate riposare per 24 ore.

Passate le 24 ore tirate via gli spicchi di limone, e i fiori. Questi ultimi spremeteli un pochetto prima di buttarli via.

Ora aggiungete tutto lo zucchero e fate scaldare il tutto a fuoco lento e mescolando fino a far sciogliere lo zucchero.

Levate dal fuoco e aggiungete l’acido citrico. Ora utilizzando un imbuto e un colino (o un fazzoletto di stoffa) per filtrare, versate lo sciroppo nella bottiglia.

Mettete in frigorifero e aspettate 2 settimane prima di berlo.

 

Cosa farsene?

Lo sciroppo di Sambuco non va bevuto direttamente, ma aggiunto un pochetto all’acqua e mescolato per farne un buon succo. Oppure se volete farvi un aperitivo potete sempre realizzare un ottimo Hugo!

hugo-366771_960_720


Foto di copertina: Di JeLuFhttp://jeluf.mormo.org, CC BY-SA 1.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=628358

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *