Alto Adige infuocato e domenica i fuochi del Sacro Cuore

Alto Adige infuocato e domenica i fuochi del Sacro Cuore

Mentre caldo e afa inondano la regione e ansimiamo per le temperature, ecco una notizia infuocata che sicuramente coglierà il vostro interesse.

Domenica 25 giugno le montagne della nostra provincia si illumineranno d’immenso grazie ai fuochi del Sacro Cuore! Ma che sono?

Già in epoca pre-cristiana venivano accesi dei fuochi sulle montagne durante il solstizio. In questo modo il sole, che era ovviamente decisivo per la prosperità delle colture, veniva salutato e festeggiato. Il Cristianesimo assorbì questi festeggiamenti riconducendoli alle festività natalizie (solstizio invernale) e alla festa per San Giovanni Battista (solstizio estivo).

Fu solo durante le guerre napoleoniche che i fuochi divennero “del Sacro Cuore”, poichè nel 1796 alla notizia dell’avvicinamento delle truppe napoleoniche al Tirolo, l’abate tirolese di Stams propose di rivolgersi al Sacro Cuore di Gesù. I tirolesi si votarono ad accendere i fuochi sulle montagne in onore della promessa (che venne rinnovata da Andreas Hofer nel 1809) la seconda domenica dopo la festività del Corpus Domini.

Questi fuochi, a forma di croce, cuore o di scritta INRI o IHS, sono uno spettacolo che tutti noi altoatesini ben conosciamo. Come ogni anno la cadenza della festa dipende dalle celebrazioni della Pasqua e di conseguenza da quelle della Pentecoste e del Corpus Domini.

Così, domenica 25 giugno 2017, tempo permettendo, in serata vedremo accendersi i fuochi in tutta la regione e nella conca di Bolzano sarà possibile osservarli sulle montagne nelle immediate vicinanze (San Genesio, Renon, Mendola…).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *