A San Paolo i presepi nelle finestre

A San Paolo i presepi nelle finestre

Che Natale sarebbe senza i presepi di San Paolo? Come ogni anno anche quest’anno al via la tradizionalissima rappresentazione dei presepi natalizi a San Paolo Appiano. Tuttavia bisogna subito sottolineare che l’organizzazione non è più legata alla storica figura del Signor Schmid Werner (ideatore e propulsore dell’evento), ma all’azienda di soggiorno, insomma potrebbe essere un pochino diverso. Rimane comunque non solo una delle più interessanti esposizioni di presepi dell’Alto Adige, ma un tributo allo spirito dell’avvento. Alla larga dal commericale mercatino dei paesi limitrofi e alla larga dal pubblico “arraffa e compra”. L’evento di San Paolo sarà – come ogni anno – gratuito, grazie al lavoro di molti volontari. Avete tempo per visitarlo dal 1 dicembre 2018 al 6 di gennaio 2019.
E’ una storia incominciata ormai quasi vent’anni fa, da un’intensa voglia di rinnovamento.. di restituire a San Paolo ed all’intero Oltradige quella forza culturale che è innata “abbiamo un’autunno bellissimo ed un inverno pittoresco e mai troppo freddo”, è l’ideale per passare l’avvento in pace con un panorama mozzafiato.

La stagione turistica della bassa atesina inizia a Pasqua e termina alla fine di ottobre, con i Santi, mentre in inverno tutto rimane chiuso all’ombra dei più grande mercatini della provincia, San Paolo e la sua bellezza non risplendevano sotto la neve ma erano poco più di uno stop per una gita domenicale.

Qui una Gallery con i presepi degli anni passati

Così un giorno il signor Schmid Werner, ottico ma di professione commerciate artigiano, decide personalmente di dare vita a qualcosa di nuovo, di bello e di creativo e così, guardandosi in giro trova l’idea: nelle piccole finestrelle del paese potevano essere ospitati degli oggetti che richiamassero la stagione, ma cosa?
Il paese di San Paolo possiede delle caratteristiche deicisamente medievali: una piccola piazza nel centro, che dall’enorme duomo (uno dei più belli dell’intero Alto Adige) si espande per strette viuzze, queste sono composte da piccole finestrelle a livello della strada. Questo è il particolarissimo “Überetscher Stil”.

In queste fenditure private saranno, durante tutto l’avvento, posizionati i presepi.
Si tratta di realizzazioni artigianali che non seguono nessuno stile in particolare, si va dal classico allo stravagante, dal Tirolese alla versione più italianizzata o addirittura araba, dall’argento alla semplice carta. Il bello è che chiunque, sono previa autorizzazione può presentare la sua realizzazione, per alcuni anni ad esempio è stato esposto quello realizzato dalla casa di riposo, ed era splendido.

Unica limitazione, come dicevamo, è che non vi siano fini commerciali: lo spirito natalizio, infatti, non può prevedere alcun senso economico, non si può ne pubblicizzare ne vendere, ma solo “donare” la propria realizzazione agli altri. Questo è il vero senso del natale.

Non dimenticate l’appuntamento con i presepi di San Paolo, dal 1 dicembre 2018 al 6 di gennaio 2019.


Copyright immagini: bzup.it 2015