Festival Studentesco: le quattro giornate di Bolzano

Festival Studentesco: le quattro giornate di Bolzano

Giunge al giro di boa la 48esima edizione del Festival Studentesco che, dopo i quattro appuntamenti di fila dal 5 al 8 aprile, si dimostra essere più avvincente che mai.

La manifestazione è iniziata appunto il 5 aprile con la Movie Night, una serata di proiezione dei 7 cortometraggi realizzati interamente dalle scuole. Il tutto in un ambiente di ottimo cinema locale come il Capitol Film Club, che ha gentilmente messo a disposizione una sala da oltre 200 posti rimasta sorprendentemente piena.

Si conferma vincitore di questa categoria il Liceo Pascoli, autore di “Panem et Circenses”, scritto e diretto da Giada Tuffanelli. Una bolla di messaggi pubblicitari ed intrattenimento, talmente potenti da farci perdere lo sguardo sulla realtà; questa la tematica del corto realizzato dalla 19enne giovane regista.

Un gatta decisamente più grossa da pelare è stata la serata del 6 aprile con il Quizzone. I ragazzi si sono dovuti cimentare in 3 giochi di abilità e cultura generale piuttosto complessi. Ciononostante è stata sorprendente l’affluenza al Centro Vintola per un appuntamento che nelle sue edizioni precedenti raramente si era dimostrato così coinvolgente.

Il terzo appuntamento si è svolto in Piazza Walther sabato 7 aprile in occasione dei Contest Artistici. Ogni scuola ha potuto realizzare opere di disegno, pittura, fotografia e fumetto sul tema “La ricerca della felicità”, accompagnate dalla nuova categoria Songwriting. Brani inediti e musicisti da strada hanno intrattenuto un interessato pubblico bolzanino. Esperimento riuscito per gli organizzatori volontari dell’Artist Club, seppur con alcuni dettagli ancora da limare.

La quattro giorni di Festival si è conclusa domenica 8 aprile al Campo Coni con i Giochi Senza Frontiere. Come spesso accaduto nelle precedenti edizioni, il meteo è stato dalla parte dei ragazzi, che si sono cimentati in giochi d’abilità e concentrazione misti a doti atletiche. Uno spettacolo garantito anche dalla categoria Cheerleading, risultata molto competitiva grazie a prese e coreografie pregevoli.

Da segnalare un Galilei sugli scudi in tutte e quattro le giornate. I ragazzi di via Cadorna sembrano aver lanciato un segnale molto forte e preciso alle più quotate Torricelli, Pascoli e Carducci. Chissà se riusciranno a mantenere le aspettative, in vista delle serate classiche e moderne!

Non resta dunque che rimandare l’appuntamento al 13 e 14 aprile al Teatro Cristallo con le Serate Classiche (andate sold out nel tempo record di un’ora e mezza) e al 20 e 21 aprile al Palasport di Via Resia con le Serate Moderne. I biglietti di queste ultime sono ancora acquistabili. Tutti i dettagli sul sito www.ilfestivalstudentesco.it

La manifestazione non è mai stata così viva e ricca di incertezze riguardo al vincitore finale, sono plausibili dunque le scommesse, supposizioni e i ritrovamenti improvvisi della fede perduta.

Che lo spirito del Festival sia con voi!